SPEDIZIONI GRATUITE 24/48H

per ordini superiori a 299€+IVA.

RESO FACILE

14 giorni per decidere.

ORDINI TELEFONICI

Lun-Ven 011-4038962.

PAGAMENTO SICURO

Protezione con crittografia SSL.

0Item(s)
0 Articoli Vai al carrello

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Serate a tema nel vostro ristorante: la cena con polenta

La polenta è un piatto tipico della cultura culinaria del nord Italia che può essere preparato e servito in moltissimi modi. Questo piatto povero, a base di farina di mais, è da sempre segno di convivialità ed unione.
Ghiottissima e ricercata nei periodi più freddi, organizzare una cena a base di polenta è uno stimolo e un invito che spesso i ristoratori non si lasciano sfuggire.

I menu tematici sono una proposta adatta per le cene di gruppo tra amici o parenti, in occasione di cene aziendali e riscuotono un grande successo se proposti nel periodo delle feste.

Avete organizzato anche voi la cena con polenta nel vostro ristorante? Se ancora non avete organizzato questa cena 'a tema' in questo post vi raccontiamo perchè invece può essere una bellissima idea e un'occasione per farvi conoscere.

Il menu della cena con polenta

Per cucinare la polenta occorono pochi e semplici ingredienti facilmente reperibili. Quello che occorre per proporre ai vostri ospiti una cena con polenta unica e originale è un attento studio del menù e degli abbinamenti da presentare.

Trattandosi del piatto principale dovrete pensare a un menù adeguato che punti a valorizzare ed esaltare la vostra cena con polenta.

Non esagerate con le quantità e con il numero delle portate, il rischio è quello di appesantire gli ospiti. Proponete invece diversi menù con polenta: con più o meno portate e con soluzioni di degustazione, gourmet e prezzo differenti.

Nel comporre il menù del ristorante a tema polenta ricordatevi anche delle reperibilità delle meterie prime e dei prodotti di stagione. Variate colori e sapori visto che tutta la cena sarà sviluppata a partire dal piatto principale. È buona regola non ripetere lo stesso ingrediente in due portate del menù, specilamente se sono consecutive.

Uno degli errori più comuni tra i neofiti, ma che ai ristoratori e ai professionisti non è concesso, è quello di sbagliare le dosi. Evitate di andare ad occhio in occasione di una cena così importante dove l'unica cosa che proprio non può non essere buona è la polenta!
Il rapporto con la farina tradizionale è di 4 litri di acqua per ogni chilo di farina. Questo rapporto cambia in caso di farine macinate a grana medio-grossa, come quella di grano saraceno.

Idee per cena a base di polenta

La polenta è un piatto straordinario, molto versatile e che ben si presta a essere il centro di una cena.

Bramata, fine, bianca, gialla, taragna, Marano Vicentino o Nostrano di Storo: si preparano tutte allo stesso modo, sono tutte eccellenti, genuine e ricche di sapore.

Se volete preparare la polenta da accompagnare al pesce prendete spunto dalle ricette della tradizione veneta e triestina. Un piatto molto goloso è con le seppie al sugo, i piselli e la polenta fatta abbrustolire in forno. Un altro abbinamento tipico veneto è con il baccalà mantecato dove la polenta viene servita a strisce rettangolari precedentemente grigliate.

La polenta piacentina invece è servita con lo stracotto di cavallo, i peperoni e il pomodoro. Eventualmente potete proporre lo stesso abbinamento con la selvaggina al posto della carne di cavallo.

Nella zona centrale, lungo gli Appennini, tra Lazio e Umbria la polenta viene preparata con il guanciale e il pecorino per poi essere passata in forno.

Sapevate che è possibile preparare anche gli gnocchi di polenta? Una volta cotta si aggiunge all'impasto la farina di grano, 3 uova, il parmigiano, sale e pepe. Il procedimento è uguale alla preparazione degli gnocchi di patate e anche per questa versione potete condire gli gnocchi come preferite: dal semplice burro e salvia alla fonduta di formaggi.

Nel Sud Italia la polenta molto spesso viene fritta e venduta come street food. Preparate i bastoncini di polenta fritta per il vostro aperitivo sfizioso da accompagnare a qualche golosa salsa oppure servitela come accompagnamento per i vostri secondi piatti.

Fate attenzione a glutine e lattosio. La polenta è un piatto naturalmente privo di glutine che si presta benissimo ad essere servito quindi anche a commensali celiaci. Un'attenzione in più occorre invece se al tavolo vi sono clienti allergici al lattosio. Sicuramente non potrete mantecare la polenta con il burro o condirla con i formaggi.
In generale però la polenta, un po' come il riso, è un piatto che riesce a mettere tutti d'accordo.

Nelle vostre proposte di menù ricordatevi di pensare a versioni o piatti unici a base di polenta totalmente senza glutine e/o senza lattosio!

Sapreste dire chi è l'ospite che nessuno vorrebbe nel proprio ristorante ad una cena in cui il piatto principale è la polenta? Se non avete indovinato nell'ultimo paragrafo capirete di chi stiamo parlando!

Come servire la polenta

Polenta concia, coi funghi, col suogo o col baccalà. Le varianti con cui potete proporre la polenta sono davvero tantissime, avete l'imbarazzo della scelta.

Le uniche due regole ferre su come servire la polenta sono:

  • servite la polenta appena pronta. La polenta non aspetta, una volta preparata va mangiata e per questo viene servita ancora fumante.
  • Abbinate i piatti di polenta a portate ricche di condimento (spezzatini, brasati, pesce con intingolo) e se la servite come piatto unico assicuratevi che ci sia abbastanza sugo. Eviterete così che raffreddandosi si secchi.


Gli utensili per servire la polenta

Come mangiare la polenta tradizionale

Solitamente la polenta tradizionale viene servita come accompagnamento a una pietanza dal gusto forte. Potete abbinarla al ragù, allo spezzatino, alla carne e a tanti secondi piatti, oppure accompagnatela con dei funghi trifolati, delle verdure o formaggi caldi o freddi.

La polenta si cucina nel paiolo

Avete già acquistato il paiolo perfetto per cucinare la polenta per tante persone? È una regola non scritta, ma da sempre la polenta va cotta nel paiolo.

Il paiolo in ghisa smaltata di Ilsa, disponibile in diversi diametri, è il simbolo di una delle più antiche tradizioni culinarie italiane e della stagione autunno-inverno. Perfetto sul fuoco del camino e della stufa, il paiolo è ideale per preparare la polenta in vari modi ma è molto utilizzato anche per le zuppe che richiedono una cottura prolungata ed uniforme.

A fuoco medio-basso con la ghisa l'assorbimento e il rilascio del calore sono lenti ed omogenei, non si creano zone surriscaldate ed i cibi cuociono uniformemente senza bruciarsi o attaccarsi.

Trovi il paiolo da polenta in super offerta solo su Horeca Atelier!

Curiosità: Fantozzi e la cena con polenta a Courmayeur

La cena con polenta più famosa sul grande schermo è senza dubbio quella con protagonista il ragionier Ugo Fantozzi. L'episodio del primo film (1975) in cui il ragionier Fanotozzi ubiraco esce dal pentolone di polenta al 'La Maison de Filippo di Entrèves' a Courmayeur, è una delle scene più riuscite del cinema italiano.

scena Fantozzi polenta Courmayeur

A tal proposito tenete conto di questa scena quando servirete l'aperitivo :-) Servite vini che non abbiano un'alta gradazione alcolica e accompagnate sempre questo momento con stuzzichini o piccoli antipasti.

Un altro piccolo suggerimento sulla polenta

Quando si propone la cena con polenta può capitare che nelle tavolate più numerose qualcuno degli invitati vi rivolga la fatidica domanda: "È verio che la polenta fa ingrassare?"

Rispondete che la differenza tra un piatto di polenta calorico e uno 'salutare' sta nel condimento ma che in ogni caso la polenta ha un alto contenuto di fibre ed è considerata da molti...afrodisiaca!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER